Ad Ariano Irpino, grosso centro in provincia di Avellino, si vota oggi domenica 26 maggio non solo per le Elezioni Europee ma anche per eleggere il nuovo sindaco del Tricolle e il nuovo consiglio comunale. Durante le operazioni di voto che – come in tutto il resto d'Italia – sono iniziate alle ore 7 e si concluderanno alle ore 23, una donna ha denunciato di aver ricevuto una scheda già votata, che non avrebbe dovuto trovarsi tra quelle da consegnare agli elettori. Il fatto è avvenuto a contrada Tesoro, area periferica di Ariano Irpino.

Ecco cosa ha raccontato la donna al presidente di seggio: al momento di prendere le schede per le Europee e per le Comunali l'elettrice avrebbe notato che quella per le Comunali aveva simbolo di lista e nome del sindaco già barrati. L'elettrice ha così segnalato l'irregolarità al presidente di seggio che, a sua volta, ha avviato le verifiche interne, dopo aver informato anche gli agenti delle Digos della Questura di Avellino, per denunciare l'accaduto. Le indagini sono state avviate e la scheda è stata posta sotto sequestro. Ora toccherà capire se si è trattato di un semplice disguido, di uno scambio fra una scheda vergine e una votata al momento della deposizione nell'urna elettorale o se invece c'è qualcosa in più sotto.

La frode della scheda ballerina

È rimasta impressa in molte persone la storia della ‘scheda ballerina'. Di che si tratta?  Presto detto: di gravissimo broglio elettorale che in alcuni casi è stato riscontrato anni fa nel Casertano, all'epoca dello strapotere camorristico del clan dei Casalesi. In cosa consiste? È presto spiegato: si recupera in modo illegale una scheda elettorale "bianca" che  – una volta portata all'esterno – viene viene votata da chi è intenzionato a controllare il voto e viene consegnata all'elettore "controllato" (a volte pagato). Quest'ultimo va al seggio con la scheda già votata in tasca, riceve una nuova scheda elettorale nuova e le scambia.  Un vero e proprio "balletto di schede" che è stato ricreato anche nella serie tv Gomorra, qualche anno fa. Contro questo rischio alle passate Elezioni Politiche fu introdotto un tagliando staccabile dalla scheda.