C'è una grave denuncia di brogli elettorali, mentre le operazioni di voto sia per le Elezioni Europee sia per le Comunali sono ancora in corso, ad Aversa, popoloso centro del Casertano. A muoverla pubblicamente e anche attraverso una denuncia alle forze dell'ordine è Alfonso Golia, esponente del Partito Democratico e candidato a primo cittadino di una coalizione progressista. Il comune normanno  torna alle urne dopo lo scioglimento del consiglio, avvenuto a fine febbraio, a causa delle dimissioni della maggioranza dei consiglieri, vicenda che ha portato anche ad una serie di ricorsi al Tribunale amministrativo regionale. Golia ha presentato un esposto al locale Commissariato della Polizia di Stato denunciando la presunta compravendita di voti. In particolare l'esponente Dem ha presentato denuncia contro ignoti lamentando che una persona che si stava recando presso il suo comitato elettorale sarebbe stata fermata da ignoti che le avrebbero chiesto di votare per un candidato dietro il pagamento di 50 euro. Questa la denuncia pubblica di Golia:

Questa mattina ho ricevuto una segnalazione da parte di una persona a me sconosciuta che è stata bloccata nei pressi di una scuola da ignoti. Queste persone gli avrebbero chiesto se avesse già votato, in caso diverso avevano un candidato generoso che poteva “ricompensare” il gesto con 50 euro.
Questa persona si è naturalmente rifiutata. Ma essendone venuto a conoscenza, ho sentito il dovere di recarmi dalle forze dell’ordine per sporgere denuncia contro ignoti.
Cari concittadini, partecipiamo tutti a questo grande esercizio di democrazia e rifiutiamo senza se e senza ma chi cerca il voto in cambio di denaro e favori!
Liberiamo Aversa da questa piaga, buon voto a tutti!

Nel centro casertano la competizione elettorale è accesissima: all'inizio del mese di maggio per sostenere il candidato della Lega è arrivato anche  Matteo Salvini. Tensioni anche nel vicino comune di Casaluce, dove anche si vota per il rinnovo del Consiglio comunale oltre che per esprimere preferenza per l'europarlamento, i carabinieri hanno denunciato una persona che ha fotografato la scheda elettorale nell'urna.