Nessuno dei consiglieri regionali della Campania e dei parlamentari si sbilancia, ovviamente. Ma ad ogni schermata di exit poll e proiezioni nel Movimento 5 Stelle della Campania si grida alla vittoria. E lo sguardo è rivolto soprattutto a Napoli e alla Campania dove la sfida è duplice: c'è anche un duello aperto, chiaro, molto duro, con il presidente della Regione Campania  Vincenzo De Luca che ha fatto della diatriba anti-Luigi Di Maio il suo cavallo di battaglia di questi mesi. Nei giorni scorsi, a seguito di uno scontro che si è per lo più svolto sui social network (e in cui molto c'entra l'inchiesta di Fanpage.it Bloody Money) De Luca ha annuciato di aver depositato ben 4 querele contro il pentastellato originario di Pomogliano d'Arco.

Nella sede di via dei Fiorentini, prima che chiudessero i seggi sono giunti i deputati uscenti Roberto Fico e Paola Nugnes, la consigliera regionale Maria Muscara e molti dei candidati dei collegi uninominali di Napoli città. Ci sono anche alcuni reporter della stampa estera: nei giorni scorsi in città le emittenti televisive francesi e oggi una reporter svedese. "Il Movimento è nato a Napoli, qui c'è stato il primo storico meet-up, ci aspettiamo un grande risultato". Lo ha detto la Nugnes, commentando i primi dati elettorali. "Se questi sono i risultati al Senato – ha affermato – abbiamo buone sensazioni per la Camera, ma la notte è ancora lunga".

Esultanza a Pomigliano D’Arco nel comitato M5S
in foto: Esultanza a Pomigliano D’Arco nel comitato M5S

C'è anche il fratello di Luigi, Giuseppe Di Maio, a esultare nel comitato Cinque Stelle di Pomigliano d'Arco. Il giovane, visibilmente emozionato, ha commentato i primi risultati sottolineando che "si tratta di un risultato straordinario che non ci sorprende affatto. Nonostante questo io e la mia famiglia siamo molto emozionati – ha proseguito il giovane che ha 23 anni – e siamo sicuri che Luigi non potrà fare altro che il bene del Paese".