Luigi Napolitano
in foto: Luigi Napolitano

Luigi Napolitano sarà il candidato per il Movimento Cinque Stelle per le elezioni suppletive del Senato, previste per il 23 febbraio a Napoli. Lo ha deciso il sistema delle "parlamentarie", ovvero le votazioni online che si sono svolte sulla piattaforma Rousseau e che hanno riguardato gli iscritti da almeno sei mesi e residenti in Campania. Le urne virtuali erano aperte dalle 10 alle 19 di oggi, giovedì 16 gennaio, ed hanno visto la vittoria di Napolitano, con poco meno di un migliaio di voti.

Sarà dunque lui, Luigi Napolitano, già candidato alle elezioni Europee del 2019, il candidato che tenterà di "recuperare" il seggio che era stato già del Movimento Cinque Stelle ed occupato da Franco Ortolani, il geologo prematuramente scomparso a dicembre. Napolitano, ingegnere gestionale, era stato compagno di studi di Luigi Di Maio, capo politico del Movimento Cinque Stelle. Luigi Napolitano ha raccolto quest'oggi 708 voti: più di Mariano Peluso, storico attivista del meetup di Napoli e primo eletto nel Movimento Cinque Stelle in Campania quando, nel 2011, entrò a far parte del consiglio della Quinta Municipalità di Napoli (Arenella-Vomero). Terzo posto per Emanuela Ferrante (205 voti) e per il rapper Lucariello (Luca Caiazzo), fermatosi a soli 171 voti. Hanno votato in tutto poco meno di duemila persone: 1974 le preferenze espresse e certificate da un notaio. I risultati saranno depositati ora presso due notai e si procederà alla formalizzazione della candidatura.

Questi i risultati finali delle "parlamentarie" di oggi, dove su 1974 voti ci sono state queste preferenze certificate: Luigi Napolitano 708 voti; Mariano Peluso 511 voti; Emanuela Ferrante 205 voti; Luca Caiazzo 171 voti; Teresa Esposito 120 voti; Stefania Palermo 102 voti; Fabio Montagnaro 99 voti; Evaristo Cicatiello 31 voti; Domenico Galardo 23 voti; Gianpaolo D'Eugenio 4 voti.