I carabinieri della compagnia di Torre del Greco hanno arrestato questa mattina ad Ercolano, nella provincia di Napoli, quattro persone ritenute contigue al clan Ascione-Papale: l'accusa, nei loro confronti, è quella di estorsione e tentata estorsione, aggravate dal metodo mafioso. I militari dell'Arma hanno appurato che, da tempo, i quattro chiedevano soldi ad un cittadino di Ecolano, dipendente di un'attività commerciale, riuscendo ad estorcergli 15mila euro e chiedendone altri 10mila. I quattro, che erano arrivati anche a presentarsi sul luogo di lavoro del malcapitato, approfittavano della loro appartenenza al sodalizio camorristico per imporre la propria volontà e per estorcergli denaro.

L'uomo ha però denunciato quanto accaduto ai carabinieri, che sono riusciti ad evitare che il clan avanzasse altre richieste di denaro. Tutti e quattro gli arrestati, tra i quali c'è anche il reggente del sodalizio camorristico, sono stati portati nel carcere di Secondigliano, dove restano a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.