Potrebbero esserci buone notizie per chi aspetta da oltre due mesi di poter tornare ad avere un'acconciatura normale, ma soprattutto per i lavoratori interessati in prima persona dalla crisi economica derivata dall'emergenza Coronavirus e dal conseguente lockdown: in Campania parrucchieri, barbieri, ma anche centri estetici potrebbero riaprire in anticipo rispetto a quanto originariamente preventivato e tornare al lavoro già il prossimo lunedì, il 18 maggio, e non il 1° giugno, data invece prospettata dal premier Giuseppe Conte e dal governo quando era stata presentata la Fase 2. Il trend e la curva dei contagi sono in costante discesa e questo lascia ben sperare non soltanto per la salute di tutti i cittadini, ma anche per la ripresa economica, lenta, difficile, ma quanto mai necessaria in questo momento. Questa mattina, infatti, alcuni esponenti delle associazioni di categoria hanno avuto un incontro con l'assessore regionale alle Attività Produttive, Antonio Marchiello, al termine del quale entrambe le parti si sono dette fiduciose per una imminente riapertura delle suddette attività.

"C'è stato un clima molto positivo, gli operatori del settore hanno garantito il massimo rispetto delle precauzioni, anche perché si tratta di professioni che già prima del Covid aveva una grande attenzione all'aspetto sanitario" ha dichiarato l'assessore Marchiello all'Agi. "L'obiettivo della Regione – prosegue Marchiello – è quello di normalizzare la situazione, agevolando la ripresa delle attività economiche, dando modo a tutti di riprendere la produzione e l'offerta di servizi. Finché la situazione dei contagi resterà stabile, procederemo in questa direzione".