L’albero dopo il tentato furto del 17 dicembre
in foto: L’albero dopo il tentato furto del 17 dicembre

Quella appena trascorsa è stata la notte dei raid agli alberi di Natale: con il "cippo di Sant'Antuono" ormai alle porte, i giovanissimi hanno sempre meno tempo per accatastare la legna da bruciare e il serbatoio preferito, manco a dirlo, sono gli alberi addobbati che non sono stati ancora rimossi. Negli anni scorsi era toccato anche a quelli dei condomini privati, che di notte sparivano nel nulla. Si era salvato, almeno fino a stanotte, quello della Galleria Umberto I, mentre nei giorni scorsi era stato rubato uno dei due sistemati a Forcella e, nello stesso momento, qualcuno ha tentato di portare via anche l'altro.

Il tentativo di furto è avvenuto nelle stesse ore in cui un altro gruppo di ragazzini tentava di rubare quello della Galleria Umberto I. Proposito andato in fumo perché i giovanissimi sono stati sorpresi da una pattuglia della Polizia di Stato, che in questi giorni ha effettuato frequenti passaggi all'interno della galleria che affaccia su via Toledo e ha sorpreso i ragazzi mentre ancora stavano segando il tronco. Tutti fuggiti, ma il tentativo è stato ripreso dalle telecamere di videosorveglianza, acquisite in mattinata dai militari.

Nelle stesse ore, scena identica a Forcella, in piazza Calenda. Qui il 16 dicembre erano stati installati due alberi. Uno era stato rubato meno di 24 ore dopo, il 17 dicembre, l'altro abete era stato buttato a terra; forse il gruppetto di ragazzini era stato interrotto dal passaggio delle forze dell'ordine. Stanotte ci hanno riprovato: albero di nuovo a terra e tentativo di trascinarlo, ma di nuovo hanno dovuto desistere perché è arrivata una pattuglia dei carabinieri.