Una delle due auto coinvolte nell'incidente.
in foto: Una delle due auto coinvolte nell’incidente.

Prima ha causato un incidente stradale a Forchia, nel Beneventano, con un'altra vettura, dove una donna è rimasta anche ferita, poi ha tentato di scappare: ma è stato raggiunto da un carabinieri che, libero dal servizio, lo ha inseguito con la propria automobile fino a riacciuffarlo e consegnarlo ai colleghi dell'Arma, nel frattempo giunti sul posto. L'uomo, risultato poi positivo ai testi di controllo per alcool e droga, è stato arrestato ed assegnato al regime dei domiciliari su disposizione del Sostituto Procuratore di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Benevento.

Il tutto è avvenuto domenica pomeriggio, nel territorio di Forchia, lungo la Strada Statale 7 Appia, in località Sant'Alfonso. Una Mercedes C 220, che stava andando verso Caserta, è passata nonostante il semaforo rosso e colpendo una Renault Clio che arrivava in quel momento. L'impatto è stato particolarmente violento: ciò nonostante, l'uomo ha tentato comunque di fuggire. Ma tra gli altri automobilisti che avevano assistito alla scena, si trovava anche un maresciallo dei carabinieri di Maddaloni libero dal servizio, che ha deciso di inseguirlo con la propria vettura, bloccandolo nel territorio di Rotondi, in provincia di Avellino. Il maresciallo aveva nel frattempo anche avvertito la Centrale Operativa di Montesarchio, facendo intervenire i colleghi sul luogo dell'incidente. L'uomo è stato arrestato e, dopo le formalità di rito, tradotto agli arresti domiciliari: si tratta di un 36enne di Cervinara, in provincia di Avellino, che era rimasto ferito così come la donna coinvolta nell'incidente. Portati entrambi all'Ospedale San Pio per le lesioni riportate, sono stati dimesse dopo le cure. L'uomo è stato sottoposto anche ai test di alcol e droga dai quali è risultato positivo.