Giancarlo Tommasone nel video di "Canzona di Fortuna"
in foto: Giancarlo Tommasone nel video di "Canzona di Fortuna"

Sebbene la vicenda sia accaduta nel dicembre del 2016, Giancarlo Tommasone, cantautore napoletano, ha deciso di parlare soltanto oggi. L'artista 42enne che, proprio alla fine dello scorso anno, scrisse una canzone dedicata a Fortuna Loffredo (Canzone di Fortuna), la bimba di 6 anni uccisa al Parco Verde di Caivano nel giugno del 2014, ha deciso di rivelare che, a causa della canzone, ha ricevuto minacce e insulti. Era appunto il dicembre dello scorso anno quando, mentre Tommasone camminava verso casa, è stato avvicinato da due individui a bordo di uno scooter che, con il volto travisato dai caschi, lo hanno dapprima e insultato e poi gli hanno intimato di cancellare il video da Fanpage.it – dove l'aveva mostrato in esclusiva – e da Youtube.

"Allora come oggi ho pensato ad uno scherzo di cattivo gusto, perché in fondo io ho scritto solo una canzone di una vicenda che mi ha molto colpito. Ho seguito il caso, e poi ne ho fatto una canzone perché credo che la vicenda di ‘Chicca' sia ancora tutta da chiarire e scoprire, come dimostrano le indagini portate avanti dal 2014" ha raccontato Tommasone a Il Mattino.