173 CONDIVISIONI
7 Luglio 2015
16:41

Francesco Iacotucci nuovo amministratore unico di Asia Napoli

A Iacotucci il posto di Raffaele Del Giudice, diventato vicesindaco. Dal blog sull’Ambiente all’esperienza politica con Marco Rossi-Doria fino allo staff di Tommaso Sodano.
A cura di Ciro Pellegrino
173 CONDIVISIONI

Il suo blog, Fiacot, si intitolava "La speranza è l'ultima a morire". E forse è l'ultima speranza di risollevare – prima delle Elezioni comunali 2016 – le sorti della raccolta differenziata di Napoli, inchiodata a percentuali da prefisso telefonico a convincere Luigi de Magistris ad affidare l'Asia, l'azienda dei rifiuti di Napoli, senza un amministratore dal passaggio di Raffaele Del Giudice al ruolo di vicesindaco, a Francesco Iacotucci, ingegnere, già capostaff dell'ex vicesindaco Tommaso Sodano, uno dei pochissimi esperti del settore a Palazzo San Giacomo.

Quarantuno anni, sposato, due figli, Iacotucci si è iniziato a occupare di questioni ambientali nella cosa pubblica sul suo blog intevenendo in una serie di vicende locali che riguardavano soprattutto la differenziata e il ciclo integrato. Poi, l'importante esperienza in "Decidiamo Insieme", la lista civica che dieci anni fa mise in piedi il maestro di strada Marco Rossi-Doria candidandosi a sindaco contro Rosa Russo Iervolino. E, infine, la decisione di entrare nello staff di Sodano. Il primo cittadino, nel pomeriggio, ha incontrato e rivolto a Iacotucci – comunica una nota – i migliori auguri di buon lavoro.

Questione rifiuti, la situazione a Napoli

Improbo, il compito del nuovo amministratore di Asia: dovrà riannodare i rapporti, interrotti nell'ultimo periodo di crisi politica tra sindaco e vice, fra azienda rifiuti e Amministrazione comunale e coadiuvare Del Giudice nell'attuale, complessa fase. De Magistris, entrato a Palazzo San Giacomo al grido di raccolta differenziata, compostaggio e addirittura "rifiuti zero", non è riuscito a incrementare significativamente il riciclaggio dell'immondizia né tanto meno a realizzare un impianto per la produzione di compost sul territorio cittadino. Con l'avvicinarsi della scadenza elettorale per il rinnovo dell'Amministrazione è chiaro che molti di questi nodi arriveranno al pettine e la questione rifiuti, viste le promesse fatte dal sindaco a più riprese e con molta forza durante la campagna elettorale e anche dopo, rischiano ora di tramutarsi in un pauroso boomerang elettorale a uso e consumo degli avversari politici, in primis il Movimento Cinque Stelle, che dalle Regionali di maggio è di fatto il primo partito in città.

173 CONDIVISIONI
L'annuncio di Silvio Berlusconi a Napoli: "Torno di nuovo in campo"
L'annuncio di Silvio Berlusconi a Napoli: "Torno di nuovo in campo"
Chi è Giuseppe Cirillo, nuovo vicesindaco della Città Metropolitana di Napoli nominato da Manfredi
Chi è Giuseppe Cirillo, nuovo vicesindaco della Città Metropolitana di Napoli nominato da Manfredi
Scomparso da due giorni Francesco Di Giovanni, finanziere del Provinciale di Napoli. L'appello sui social
Scomparso da due giorni Francesco Di Giovanni, finanziere del Provinciale di Napoli. L'appello sui social
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni