Una violenta rapina quella avvenuta a Frattamaggiore: la vittima, ancora una volta, è una donna che è finita per terra, trascinata sull'asfalto da due rapinatori che, per pochi spiccioli, non hanno esitato a mettere a repentaglio la sua vita. Entrambi sono stati arrestati dai carabinieri nella mattinata di oggi, lunedì 14 maggio, con l'accusa di rapina aggravata.

L'episodio era avvenuto lo scorso 9 maggio: la vittima è una donna del posto, una cinquantaquattrenne come tante che percorreva via Casaluce, a Frattamaggiore, di ritorno dal supermercato. All'improvviso, uno scooter con a bordo due persone le si avvicinano, uno dei due le strappa la borsa dalle mani facendola cadere a terra per diversi metri, tanto che la donna alla fine ha riportato contusioni alle braccia e ad una spalla, mentre i due si sono dati alla fuga.

Prontamente soccorsa dai passanti, la donna ha poi chiamato il 112, denunciando l'accaduto ai carabinieri corsi sul posto della rapina. In poco tempo, grazie anche alle immagini di alcune telecamere di videosorveglianza private presenti sul posto ed ai dettagli forniti dalla vittima, le forze dell'ordine sono riuscite a rintracciare i due rapinatori: si tratta di F.G., trentaquattrenne di Cardito, e di I.P., una ventinovenne di Frattamaggiore. Per entrambi, già noti alle forze dell'ordine, l'accusa è di rapina aggravata.

Nel corso della perquisizione a domicilio, i militari dell'arma hanno recuperato la borsa rubata alla vittima, contenente ancora centocinquanta euro, il telefono cellulare e vari effetti personali, mentre all'esterno dell'abitazione è stato ritrovato lo scooter utilizzato per la rapina. Riconosciuti infine dalla vittima stessa, i due sono stati portati, dopo la convalida dei fermi, nelle carceri di Poggioreale e di Pozzuoli, in attesa del processo.