In centomila a Napoli per il Friday For Future: e anche Greta Thunberg, la giovane svedese che ha portato in ogni angolo del mondo la protesta per salvaguardare il clima del pianeta, ha deciso di rendere omaggio alla manifestazione partenopea, una delle tante che, in Italia come nel resto del mondo, è avvenuta quest'oggi. "Dalle prime notizie", ha scritto l'attivista svedese, "siete in centomila a Napoli". Un commento che ha portato ulteriore entusiasmo tra i manifestanti, soprattutto quanto la giovane Greta ha condiviso attraverso i suoi profili social le immagini del corteo napoletano che ha invaso le strade del capoluogo campano, mettendo in risalto l'ampia adesione raccolta dalla versione partenopea del Friday For Future.

In particolare, Greta ha voluto condividere le immagini social postate dalla giovane attivista Caterina Coppola, nome che in questi giorni sta salendo molto nelle cronache cittadine e nazionali. Caterina, infatti, che ha diciassette anni, è una giovane attivista di centro-sinistra, che non ha mancato di sottolineare la propria adesione ad Italia Viva, il movimento di Matteo Renzi, e del Partito Democratico prima, tanto da protestare contro l'ipotesi, poi concretizzatasi, dell'alleanza di governo con il Movimento Cinque Stelle. Caterina Coppola, inoltre, è anche la pronipote di Salvatore Cacciapuoti, operaio e partigiano comunista che divenne segretario regionale del Partito Comunista Italiano nel 1954. E lei, studentessa del Liceo Scientifico Filippo Silvestri di Portici, non nasconde che proprio questa discendenza possa averle trasmesso la passione per la politica e l'attivismo.