29 Giugno 2016
12:32

Funghi e tartufi: “Prelibatezze da valorizzare per creare economia”

Guido Calenda, imprenditore e presidente dell’associazione cercatori di funghi “Boletus”, ha incontrato esperti del settore agroalimentare per discutere della tutela e della valorizzazione di funghi e tartufi. L’obiettivo è quello di creare grazie a essi una fonte di economia.
A cura di Valerio Barbato
Funghi raccolti a Padula

Tesori nascosti nel verde della Campania.  Funghi e tartufi, prelibatezze da difendere, tutelare e utilizzare per creare una vera e propria fonte di economia. È l'idea partorita dall'imprenditore Guido Calenda, presidente dell'associazione cercatori di funghi "Boletus", che ha incontrato a Padula il professore Vincenzo Peretti, esperti di biodiversità, e il  dottor Corrado Martinangelo consulente del ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali per dare il via al percorso di valorizzazione della filiera con l'obiettivo di tutelare e  commercializzare i prodotti made in Campania.

“Cercatori di funghi e tartufi non più soltanto per diletto – spiega Guido Calenda – ma veri e propri imprenditori in grado di fare impresa e portare a  reddito uno dei tesori offerti dalla generosità della Regione Campania. Inoltre, sul fronte  ambientale, ogni socio raccogliendo i diversi rifiuti dall’ambiente visitato contribuisce alla salvaguardia dello stesso. Prelevando plastica abbandonata si rimedia alle malefatte di chi  non ha l’intelligenza necessaria a comprendere del danno arrecato dalla sua azione  scellerata”. Della stessa idea anche Corrado Martinangelo: “È chiara l’esigenza che ci si deve impegnare tutti per  creare una rete di imprese per fare diventare il fungo ed il tartufo una ricchezza economica  e sociale”.

Lo store di Antonino Cannavacciuolo nella Food Hall della Stazione Centrale di Napoli
Lo store di Antonino Cannavacciuolo nella Food Hall della Stazione Centrale di Napoli
22.968 di Fanpage.it Napoli
Reddito di Cittadinanza, Calderone:
Reddito di Cittadinanza, Calderone: "Dalla Lega solo una proposta". Leo: "Risparmieremo un miliardo"
172.747 di Marco Billeci
Monte Faito, saranno ripiantati gli alberi distrutti dagli incendi del 2017: costerà oltre 1 milione di euro
Monte Faito, saranno ripiantati gli alberi distrutti dagli incendi del 2017: costerà oltre 1 milione di euro
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni