Chiusa la scuola Andrea Doria, in piazza Marcantonio Colonna: siamo a Fuorigrotta, quartiere della periferia occidentale di Napoli. Nella mattinata di ieri, 20 novembre, molti genitori degli alunni hanno organizzato un sit-in all'esterno dell'istituto scolastico per protestare contro le precarie condizioni strutturali in cui versa l'edificio: a causa delle abbondanti piogge, infiltrazioni d'acqua dal soffitto si sono registrare nelle aule e nei corridoi della scuola. Le proteste dei genitori hanno fatto sì che sul posto, per le verifiche del caso, arrivassero i tecnici del Comune di Napoli e i vigili del fuoco. Nella tarda serata, intorno alle 23, sul sito dell'istituto Andrea Doria è così arrivato l'avviso: dopo le opportune verifiche, pompieri e Protezione Civile hanno deciso di chiudere la scuola.

"Purtroppo la situazione della scuola Doria è arrivata al limite, occorreva muoversi prima. Non possiamo accettare che gli alunni siano costretti a fare lezione in locali di fortuna. Ora non è più possibile perdere tempo. Occorre procedere con la massima celerità. Abbiamo inviato una nota al Comune per chiedere il programma degli eventi in modo da poter seguire con attenzione l’evolvere della situazione" aveva dichiarato ieri il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, a cui molti genitori si sono rivolti per fare presente la situazione nell'istituto scolastico.