Dopo la fascetta, ecco anche la calamita. La segnalazione arriva da alcuni quartieri dell'area ovest di Napoli, in particolare da Bagnoli, dove alcuni individui sono stati visti girare con fare sospetto tra i palazzi. Sono stati notati dai residenti, che ormai hanno imparato: questo, con molte persone in vacanza, è il periodo ideale per i furti in appartamento. E, tra le ultime tecniche utilizzate, sembra che ci sia proprio quella della calamita.

In realtà l'escamotage è molto semplice: i ladri, dopo aver preso di mira un appartamento, cercano di costruirsi una via di accesso semplice. La più diretta è quella più ovvia: passare per il portone del palazzo. Che si premurano di trovare aperto. Per evitare che venga chiuso non lo danneggiano, ma usano una piccola calamita che mettono sull'infisso: in questo modo i residenti credono di aver chiuso il portone, invece la calamita attaccata al ferro della struttura fa da spessore impedendo alla serratura di scattare.

Secondo alcune testimonianze i ladri si muoverebbero in gruppo per i sopralluoghi, userebbero un'Audi e uno scooter di grossa cilindrata. Il consiglio, in questi casi, è di controllare il portone e, nel caso la serratura non scattasse, controllare che non ci siano degli ostacoli che impediscano la chiusura.

I ladri usano le fascette per controllare le case

Altro sistema utilizzato nei giorni scorsi è quello delle fascette: vengono inserite delle piccole lingue di plastica nella fessura tra lo stipite e la porta. In questo modo i ladri possono monitorare le abitazioni e capire se i proprietari sono in vacanza: se quando torneranno per il sopralluogo la fascetta sarà ancora al suo posto, significa che la porta non è stata aperta e che quindi in casa non è entrato né uscito nessuno. Il trucco è stato scoperto grazie alla videosorveglianza in un edificio di Materdei.

Contro i ladri svuotare la cassetta della posta

In caso di assenza prolungata da casa, un ulteriore consiglio è di svuotare la cassetta della posta: questo è infatti un altro sistema che i ladri utilizzano per capire se i proprietari sono in casa o in vacanza. Si può chiedere il favore a un parente o a un vicino, in modo da non far accumulare la posta e i volantini e dare così un segno inequivocabile che nell'appartamento non c'è nessuno.