"Questi sono i risvegli in un quartiere sul orlo del baratro… speranza zero". L'amaro commento è comparso stamattina sul profilo Facebook di Antonio Raio, titolare della storica gelateria "Al Polo Nord" di via Pietro Colletta, aperta dal 1931, e presidente dell'associazione dei commercianti di ‘A Forcella. Il motivo è la scena che si è trovato davanti questa mattina, quando è andato al locale per cominciare a lavorare: serranda scassinata, cassetti svuotati, incasso sparito. Valore della refurtiva, 3.500 euro in contanti, oltre ovviamente ai soldi che serviranno per sistemare i danni causati dai ladri.

L'irruzione è avvenuta nella notte scorsa, tra domenica e lunedì. I criminali, hanno ricostruito gli inquirenti, hanno provato ad entrare prima da un ingresso laterale, su piazza Calenda, e poi, non riuscendoci, hanno forzato quello principale, su via Pietro Colletta. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, che hanno recuperato anche alcuni degli strumenti usati dai ladri e abbandonati all'interno del locale. La gelateria fa parte delle attività storiche del quartiere nel cuore di Napoli e si trova a pochi passi dal Teatro Trianon. Si tratta, ha spiegato Raio, del primo episodio di questo genere avvenuto in quasi 90 anni di storia.

Nel pomeriggio l'assessore comunale Alessandra Clemente ha portato la solidarietà propria e dell'amministrazione al commerciante. "Le riflessioni da fare rispetto alla sicurezza della nostra città – ha scritto su Facebook –  sono sempre numerose ed è giusto farle soprattutto con chi onestamente gestisce attività commerciali, impegnandosi anche socialmente nel quartiere, e che purtroppo subisce atti del genere. Il nostro impegno si intensificherà affinché questo non accada più".

Alessandra Clemente e Antonio Raio
in foto: Alessandra Clemente e Antonio Raio