Momenti di paura per un uomo, stamane davanti all'isolotto della Gaiola, splendido sito balenare a ridosso della collina di Posillipo. Un giovane è caduto dagli scogli mentre camminava causandosi una profonda ferita al braccio e un trauma cranico. Immediato l'intervento del pronto soccorso medico 118, allertato dai presenti.

Il giovane è stato immobilizzato in loco, sulla tavola spinale col collare cervicale: si tratta di una procedura prevista dal protocollo di soccorso, si attiva quando non si può escludere un danno spinale. In questi casi, quando si è a ridosso del mare, è prassi chiedere l'intervento della cosiddetta idroambulanza, ovvero un'imbarcazione allestita per il trasporto di feriti. Ma attraccare sugli scogli era praticamente impossibile. Quindi mentre il giovane veniva immobilizzato sulla tavola spinale, è stato dato il via libera al decollo di una eliambulanza proveniente da Pontecagnano, in provincia di Salerno. L'elicottero è arrivato avvicinandosi molto alla terra, la tavola spinale è stata assicurata ad un sistema di corde e il ferito è stato sollevato e portato d'urgenza all'Ospedale del Mare di Napoli Est; a quanto si apprende non è in imminente pericolo di vita.

"Ringrazio la squadra delle donne e degli uomini del 118 di Napoli che si sono ancora una volta distinti per un intervento ad alta complessità, salvando la vita ad un bagnante gravemente ferito a Napoli alla Gaiola". Questo il commento del direttore generale dell'ASL Napoli 1 Centro Ciro Verdoliva in merito al salvataggio coordinato dalla Centrale operativa del 118 di Napoli. "Sul posto – spiega il direttore del servizio Giuseppe Galano – è intervenuto l'elicottero con base a Pontecagnano (dotato di verricello) assieme al personale della postazione Pianura. Un esempio lampante di professionalità e determinazione".