Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Uno dei due gemellini partoriti da una ragazza di 30 anni è morto pochi istanti dopo essere nato. Il fatto è avvenuto in una clinica privata di Avellino e ieri i genitori del piccolo, a distanza di qualche giorno dalla tragedia, hanno deciso di presentare un esposto alla procura di Avellino. Mamma e papà vogliono vederci chiaro perché non c'era, secondo loro, nessun segnale che potesse far pensare a un esito così drammatico: gli esami andavano tutti bene e la gravidanza si era svolta nel migliore dei modi. La sorellina, invece, fortunatamente sta bene e in buone condizioni di salute. Ora i pm dovranno cercare di accertare le cause della morte del gemellino e dovranno identificare eventuali colpe da parte dei medici.

Nei prossimi giorni verrà eseguita l'autopsia sul corpicino del piccolo

Nella mattinata di oggi, 4 gennaio, i carabinieri del comando provinciale di Avellino si sono recati alla clinica privata e hanno notificato il sequestro del corpicino del neonato e della cartella clinica. Nelle prossime ore, inoltre, le forze dell'ordine notificheranno gli avvisi di garanzia al personale medico della clinica che ha seguito il parto e tutta la gravidanza, un atto dovuto che servirà a far si che i sanitari possano nominare un perito di parte che partecipi all'autopsia insieme all'esperto nominato dai pm. L'esame autoptico verrà eseguito probabilmente nei prossimi giorni. Solo con i risultati si saprà con esattezza in che modo è morto il gemellino e se, eventualmente, ci siano stati errori medici.