"Scherza coi fanti, ma lascia stare i santi". Bisognerebbe conoscere bene i vecchi adagi popolari e soprattutto metterli in pratica quando si tratta di rispetto per i Santi e quando il Santo in questione è Sant'Antonio Abate che, oltre ad essere protettore degli animali, è il Santo Protettore di due categorie molto amata dai napoletani: quella dei fornai e dei pizzaioli, allora la cosa si fa seria. Oggi 17 gennaio, non a caso l'Associazione Verace Pizza Napoletana ha fissato la Giornata Mondiale del Pizzaiolo, in seguito al riconoscimento da parte dell'Unesco dell'arte della pizza napoletana come bene immateriale dell'umanità in tutto il mondo. E quale Santo se non Sant'Antonio che viene celebrato il 17 gennaio e  che, secondo la tradizione rubò il fuoco ai diavoli per portarlo sulla terra, più indicato per i professionisti che ogni giorno impastano e infornano pizze che il fuoco del forno ci restituisce cotte al punto giusto? E infatti era tradizione che ogni pizzaiolo avesse una statuetta del Santo sul forno, come buon augurio, così come si usava che negli anni passati le famiglie dei pizzaioli per festeggiare il loro santo protettore, chiudevano le loro pizzerie e si radunavano tutti assieme, con i propri cari, per accendere un grande fuoco di ringraziamento al Santo.

La statua misteriosa

Non è ancora noto il luogo di Napoli dove sorgerà la statua dedicata all'arte del pizzaiolo. Quello che è certo è che la statua commissionata dal Comune di Napoli, sarà realizzata da un importante artista, sarà alta oltre due metri e  sarà  in bronzo.

Le iniziative in Campania per la Giornata del Pizzaiolo

Come ogni festa che si rispetti anche quella del pizzaiolo merita un regalo adeguato. E in questo caso l'omaggio è rivolto a tutti gli amanti della pizza che, grazie ai pizzaioli aderenti all'iniziativa, potranno mangiare l'alimento tanto amata dalla Regina Margherita di Savoia ad un prezzo davvero speciale: Margherita e Marinara a 2 euro, mentre tutte le altre al prezzo di 4 euro. Non mancheranno, poi, le pizzerie che offriranno gratuitamente pizze alle persone di passaggio, magari quelle a "portafoglio", da mangiare per strada mentre si passeggia.