Potrebbe essere una falsa segnalazione, quella raccolta domenica sera dalla Capitaneria di Porto per un gommone in difficoltà nel golfo di Salerno. L'ipotesi nasce dall'assenza di denunce: dopo diverse ore nessuno si è infatti rivolto alla Capitaneria di Salerno o agli altri Comandi territoriali per segnalare il mancato rientro o la scomparsa di quattro persone. Malgrado la possibilità che si sia trattato di un falso allarme, o addirittura di uno scherzo, le ricerche vanno però avanti: nella mattinata di ieri, lunedì 22 luglio, il pattugliamento è continuato coi mezzi del Compartimento di Salerno e il velivolo dei Vigili del Fuoco ha controllato l'area dall'alto dalle 11.00 alle 13.00.

L'allarme era stato lanciato domenica sera, intorno alle 19.15. La sala operativa della Capitaneria di Porto di Salerno aveva intercettato una comunicazione via radio relativa alla presenza in mare di un gommone in difficoltà con a bordo quattro persone, due adulti e due giovani. Erano state organizzate subito le ricerche e l'area era stata pattugliata con le motovedette e col battello veloce, successivamente erano stati usati i mezzi di Circomare Agropoli e Circomare Capri per coprire una zona più ampia. Alle operazioni di ricerca e soccorso, andate avanti per tutta la notte, avevano partecipato anche il mezzo aereo della Guardia Costiera della 2° Base Aeromobili di Catania e un elicottero dei Vigili del fuoco di Salerno.

Ieri mattina, lunedì, è stato effettuato il nuovo pattugliamento, sia via mare sia con il sorvolo, ma non sono state trovate tracce del gommone. Parallelamente alle ricerche sono in corso ulteriori indagini per verificare l'attendibilità della segnalazione e, nel caso si fosse trattato di un falso allarme, all'accertamento delle responsabilità.