Luigi De Magistris non rinuncia a dire la sua, mentre in queste ore a Roma lo scenario politico è in continuo mutamento , visto il nuovo incarico da presidente del Consiglio a Giuseppe Conte con la maggioranza Pd-M5s. Il sindaco di Napoli però non parla della sua città, bensì di un altro argomento che gli sta a cuore, ovvero la vicenda migranti, terreno di scontro con l'oramai ex ministro degli Interni Matteo Salvini.

In un tweet il primo cittadino partenopeo si appella al premier: «Signor Presidente del Consiglio Conte – scrive –  ho letto che il governo che si appresta a costituire sarà nell'ottica della novità. Cominci subito, ora, perché domani potrebbe essere tardi. Dia l'ordine di far entrare immediatamente la nave Mar Jonio a Lampedusa. Solo rimanendo umani ci salveremo!».

La questione della Mar Jonio, la nave che fa capo a Mediterranea Saving Humans, è in queste ore oggetto di tensione altissima: è definita la ‘nave dei bambini', per la presenza di numerosi minori a bordo e al momento la Capitaneria di Porto gli "ha negato il riparo sotto costa" chiedendo di  restare fuori dalle acque territoriali italiane. Dal Viminale è stato spiegato che dalla Mare Jonio potranno scendere donne, bambini e malati ma che al tempo stesso resta confermato il divieto di ingresso e sbarco per «una nave che non rispetta le leggi e che preordinatamente provoca lo stato di necessità a bordo per sbarcare in Italia». De Magistris scrive «domani potrebbe essere tardi» perché al momento c'è mare grosso con onde alte 2 metri.