Stava per giurare amore eterno a quella che sarebbe diventata presto sua moglie, invece è finito in manette: Michele Di Martino, 29 anni, è stato arrestato dai carabinieri a Gragnano, nella provincia di Napoli. I militari dell'Arma hanno fatto irruzione nella sede del Comune per portarlo in cella proprio mentre Di Martino stava pronunciando la sua promessa di matrimonio davanti alla famiglia e agli amici. Insieme al 29enne, in manette sono finite anche altre due persone, ritenute affiliate al clan Di Martino: i carabinieri ora sono sulle tracce di altri invitati che sono riusciti a darsi alla fuga approfittando del trambusto generato dal blitz.

La promessa sposa colpita da un malore

Il blitz dei carabinieri è stato accompagnato dalle urla delle donne che hanno assistito all'arresto di Michele Di Martino. In Municipio sono dovuti arrivare anche i sanitari del 118, che hanno soccorso la promessa sposa, colpita da uno svenimento; soccorse anche altre donne, che erano tra gli invitati, colpite da malore durante il blitz.

Il fratello di Di Martino tra i 100 latitanti più pericolosi

Michele Di Martino è il fratello di Antonio Di Martino, esponente di spicco del clan dei Monti Lattari, considerato tra i 100 latitanti più pericolosi e più ricercati d'Italia. Entrambi sono figli di Leonardo Di Martino, detto "‘O Lione" (il leone), considerato il reggente del clan, finito in carcere il 5 dicembre del 2018.