Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Ha tentato di strangolare la moglie davanti ai loro figli piccoli: un uomo di 27 anni è stato così arrestato dai carabinieri a Gragnano, nella provincia di Napoli, con l'accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni. Tra l'uomo e la consorte, una ragazza di 23 anni, è nata un'accesa discussione per motivi di gelosia: il 27enne è subito passato all'azione, afferrando la moglie e trascinandola in bagno, dove ha chiuso la porta e le ha stretto le mani al collo, incurante che in casa ci fossero anche i loro figli piccoli. Le urla della 23enne, fortunatamente, hanno allertato la sorella, che si trovava al piano superiore, che si è precipitata giù, ha rotto la porta a vetri del bagno ed è riuscita a separare i due.

Uno dei bambini, invece, dopo aver assistito a tutto quel trambusto ha chiamato il 112: sul posto sono intervenuti i carabinieri, che hanno rintracciato il 27enne all'esterno dell'abitazione e hanno capito si trattasse dell'aggressore notando i tagli sulle braccia, provocati dalla rottura dei vetri della porta del bagno. Per il 27enne sono scattate le manette: dal racconto della vittima, è emerso che il marito la picchiava da circa 4 anni, violenze però mai denunciate. La donna è stata accompagnata in ospedale per essere medicata, mentre il 27enne, dopo le formalità di rito, è stato portato nel carcere di Poggioreale.