4.726 CONDIVISIONI
25 Gennaio 2017
8:06

Hotel Rigopiano, arriva la conferma: Stefano Feniello di Valva è morto

Ora dovrà essere fissata la data dei funerali del 28enne. “Quel giorno proclamerò il lutto cittadino. Non faremo mancare la nostra vicinanza alla famiglia, dimostrata in questi giorni drammatici dalla nostra comunità”, dice Vito Falcone, il sindaco di Valva.
A cura di Enrico Tata
4.726 CONDIVISIONI

Stefano Feniello è la 18esima vittima accertata della valanga che ha travolto l'hotel Rigopiano. La notizia sarebbe arrivata alla famiglia in serata. Il ragazzo, 28 anni, è stato riconosciuto dal tatuaggio. Ora dovrà essere fissata la data dei funerali. "Quel giorno proclamerò il lutto cittadino. Non faremo mancare la nostra vicinanza alla famiglia, dimostrata in questi giorni drammatici dalla nostra comunità", dice Vito Falcone, il sindaco di Valva, paese nel Salernitano dove viveva Stefano. Su Facebook la pagina di Stefano è stata già trasformata in "pagina in memoria di Stefano Feniello". Sono ancora undici i dispersi sotto la neve che ha sommerso il Rigopiano.

Alcuni fratelli del ragazzo, sette in totale, si sono recati a Pescara per dare sostegno al papà di Stefano, Alessio. "Quelli che sono morti sono stati uccisi e quelli che ancora non trovano sono stati sequestrati contro la propria volontà, perché volevano ripartire e avevano già fatto le valigie", si era sfogato in lacrime nei giorni scorsi Alessio. La fidanzata del figlio, Francesca, è invece una dei superstiti della valanga.

4.726 CONDIVISIONI
Alexandria Ocasio-Cortez arrestata durante protesta a favore dell’aborto a Washington
Alexandria Ocasio-Cortez arrestata durante protesta a favore dell’aborto a Washington
13 di Videonews
In Campania ogni giorno vengono rubate 75 auto: nel 2021 sparite 27.500 vetture, record nazionale
In Campania ogni giorno vengono rubate 75 auto: nel 2021 sparite 27.500 vetture, record nazionale
Prete sfida la camorra con un megafono nelle piazze di spaccio e sotto casa del boss:
Prete sfida la camorra con un megafono nelle piazze di spaccio e sotto casa del boss: "Via da qui"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni