(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

Un infarto poco dopo essere stato fermato a un posto di blocco dai carabinieri. Così è morto il 64enne Pierino Calicchio, di Sala Consilina in provincia di Salerno. Un decesso dai contorni ancora poco chiari avvenuto davanti agli occhi del figlio dell'uomo. I due si erano messi in auto dopo una breve sosta in un bar che si trova in una frazione di Sassano, piccolo comune della provincia di Salerno. Dopo pochi metri sono stati fermati dai carabinieri per quello che doveva essere un controllo di routine. I militari dell'Arma hanno chiesto al papà (che era alla guida) e al figlio di seguirli nel vicino ospedale di Polla, distante circa 20 chilometri, per essere sottoposti ai controlli su alcol e droga.

L'autopsia dovrà chiarire le cause della morte

Durante il tragitto, però, il 64enne Calicchio si è sentito male: stando a quanto ricostruito avrebbe accusato per due volte dolori lancinanti al petto che lo hanno costretto a fermarsi. Sul posto sono intervenuti i paramedici del 118 con un'ambulanza: a nulla però sono valsi i soccorsi e l'uomo è morto dopo circa un'ora. Infarto è al momento l'ipotesi principale, avvalorata anche dal fatto che sembra che il 64enne soffrisse già di problemi cardiaci. Ma sulla sua salma è stata disposta l'autopsia che dovrà chiarire se vi siano eventuali responsabilità nel decesso dell'uomo o se la vicenda possa essere archiviata come un tragico incidente. L'esame autoptico sarà effettuato lunedì 14 gennaio: la salma del 64enne si trova al momento all'obitorio dell'ospedale di Polla.