È stata effettuata all'ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona di Salerno l'autopsia sul corpo di Melissa La Rocca, la ragazza di 16 anni morta lo scorso 7 ottobre mentre si trovava in classe, all'istituto Genovesi-Da Vinci, nella città campana. Serviranno ancora alcuni giorni affinché l'anatomopatologo possa avere i risultati completi – sono stati prelevati tessuti dal cuore – ma dalle prime indiscrezione pare che Melissa sia stata tradita dal cuore, che non ha retto. L'autopsia avrebbe escluso un aneurisma, così come patologie sconosciute che non le erano stati mai diagnosticate: è stato il cuore, anche se è difficile digerire che sia capitato a una ragazza di soli 16 anni. Era stato il padre, Vinicio La Rocca, a richiedere ulteriori esami sul corpo della figlia: l'Autorità Giudiziaria, infatti, aveva restituito la salma alla famiglia.

Intanto oggi, a San Mango Piemonte, cittadina del Salernitano nella quale viveva la ragazza, si svolgeranno i funerali di Melissa La Rocca: alle 16.30 nella chiesa Madre di Santa Maria, a pochi passi dall'abitazione della famiglia. Ieri sera, invece, si è tenuta la veglia in memoria della 16enne, che era stata rimandata proprio per consentire che sul suo corpo venissero effettuati gli esami del caso.

La tragedia, come detto, si è consumata lo scorso 7 ottobre: Melissa si trovava nella sua aula, la III F, dell'istituto Genovesi-Da Vinci di Salerno: era alla lavagna per una interrogazione di matematica quando ha perso i sensi ed è caduta in terra, battendo la testa contro la cattedra. Nonostante l'intervento dei compagni e dell'insegnante prima, e dei soccorritori del 118 poi, Melissa è deceduta.