NAPOLIIl presepe nella tradizione napoletana del Natale è qualcosa di irrinunciabile. Lo è per tante persone, nonostante le tecnologie e la tendenza "alberista" (per dirla con il professor Bellavista di Luciano De Crescenzo) di molti italiani. Fatto sta che San Gregorio Armeno, la stradina degli artigiani presepiali in centro è sempre strapiena di visitatori in questi mesi. E tutti attendono che la Rai mandi in onda l'ennesima replica dello straordinario "Natale in Casa Cupiello" di Eduardo De Filippo con Luca e Pupella Maggio. E se la realtà è così perché non dev'esserlo anche la fiction? La soap opera italiana più longeva e amata in assoluto è Un posto al Sole, che ormai è andata oltre le 5mila puntate.

Per questo Natale 2018 Raffaele Giordano, il tuttofare portiere di Palazzo Palladini, custode della tradizione napoletana tra limoncello, cucina tradizionale e, appunto, presepe, insieme al cognato Renato Poggi (l'attore è Marzio Honorato che ironia della sorte fu uno degli interpreti della commedia eduardiana) si è inventato nella puntata del 14 dicembre scorso (la numero 5.145, visibile anche su Raiplay in replica) un presepe spettacolare, con tanto di sortita tra le botteghe di San Gregorio Armeno. Raffaele (interpretato dall'attore Patrizio Rispo) ha racchiuso la Natività in un quadro con tanto di bellissima cornice dorata stile barocco. E l'ha piazzato sulla celebre terrazza di Palazzo Palladini (che nella realtà è Villa Volpicelli in via Posillipo): nella cornice c'è il golfo di Napoli a fare da sfondo alla Scena della Natività del Signore, con uno spettacolare mare blu e l'immancabile Vesuvio. Un effetto scenografico bellissimo.