Vele blu mare

Pollica è la regina dell’estate 2016. Con le sue frazioni costiere di Acciaroli e Pioppi, il comune cilentano è primo in Campania e secondo in Italia  di Legambiente e Touring Italia.  Il podio campano incorona il Cilento e la Costiera Amalfitana, con Camerota e Positano. Ma non è solo per il mare pulito che queste località balneari sono state premiate, di fatti a contare sono stati anche il pregio naturalistico, la gestione del territorio, la manutenzione dei centri storici, la gastronomia e un complesso di offerte che permettono al turista di vivere una vacanza indimenticabile.

Nonostante l'Arpac abbia dichiarato non balneabili numerose spiagge del litorale campano, la regione risulta dopo Sardegna e Puglia ad ottenere le migliori perferomance in termini di sostenibilità e di tutela ambientale. Il comune di Pollica raggiunge oltre il 75% di raccolta differenziata ed azzera i consumi energetici degli edifici pubblici. Ha implementato gli impianti fotovoltaici per la produzione di energetica elettrica ed è stato attivato un progetto sperimentale per produrre energia dal moto ondoso. È stato, inoltre, recuperato un antico mulino ad acqua che servirà per la produzione di energia idroelettrica ed è stato creato un giardino mediterraneo per la realizzazione del vino.

Oltre a Camerota con 5 vele, 4 ne ottengono: Positano, Castellabate, Capaccio-Paestum, Anacapri, Sapri, Centola-Palinuro. Dieci le località con tre vele: San Mauro Cilento, Ascea,  Massa Lubrense, Casal Velino, Praiano, Vibonati, Pisciotta, S. Giovanni a Piro-Scario, Capri e Montecorice.  Seguono con due vele sei località: Cetara, Procida, Vico Equense, Agropoli, Amalfi e Ischia. Con una vela a chiudere la classifica regionale troviamo Vietri Sul Mare e Sorrento.