Maschio Angioino, piazza del Plebiscito, Palazzo Reale, Spaccanapoli, Castel dell'Ovo, il Vesuvio: le meraviglie di Napoli riprodotte coi mattoncini Lego, un piccolo capolavoro che ora è in lizza per essere commercializzato e diventare un vero e proprio set dei noti mattoncini assemblabili amati da bambini e grandi, prodotti dalla casa danese. A realizzare le bellezze di Napoli coi Lego Vincenzo Grassia, che ha proposto il suo lavoro sul portale Ideas dei produttori di giocattoli. Se si  raggiungerà la soglia dei 10mila voti la Lego produrrà un set acquistabile online e nei negozi specializzati.

Sul web è già iniziato il tam-tam, soprattutto sui social network, una corsa al voto che ricorda molto quella per un altro amatissimo gioco da tavolo, il Monopoly che ormai da qualche anno ha una  bella edizione Made in Napoli con i vicoletti e le strade partenopee e perfino sponsor locali. Nei primi giorni del 2019 si è peraltro chiusa a Napoli, a Palazzo Fondi, "Brikmania", una mostra che ha avuto molto successo, riguardante proprio la Lego-mania, con oltre 2 milioni di mattoncini in esposizione per varie costruzioni.