Il postino non si vede e fa penare chi vede la cassetta riempirsi soltanto per le bollette da pagare. Al danno si aggiunge la beffa: quando arrivano le fatture delle utenze elettriche, idriche o telefoniche il ritardo è così grosso che la data di scadenza è già passata. Il disservizio postale è denunciato da numerosi utenti della zona della Terza Municipalità, in particolare dell'area di salita Moiariello e zone limitrofe.

Cosa accade? Presto detto: il postino si palesa raramente «uno, due volte al mese» sostengono i residenti. E il risultato è che quando arriva la posta c'è soltanto da correre per andare a pagare le utenze irrimediabilmente scadute. Spesso ad avere la peggio sono gli utenti anziani che non hanno quasi mai la domiciliazione bancaria delle forniture (spesso anche a causa di scarsa liquidità economica sul conto da pensionato). Numerosi i reclami: Poste Italiane e le poste private cui sempre più spesso vengono affidate le consegne delle fatture di operatori della telefonia mobile, servizi di energia elettrica, gas e idrici, fanno spallucce.