Sulla carta doveva essere un deposito, ma nella realtà quel basso nel centro di Napoli, nel Complesso Monumentale dei Gerolomini, era diventato un bed & breakfast. A pochi passi dalle strade più caratteristiche e da quelle più frequentate, posizione ottimale per i turisti. Ma era tutto abusivo, senza nessuna autorizzazione. C'è anche questo nei controlli della Polizia Municipale, che hanno effettuato un servizio straordinario di verifiche sulle attività di ricezione turistica.

Il b&b abusivo di via Duomo è stato ispezionato in seguito a un esposto. Gli agenti del Nucleo Polizia Turistica della Unità Operativa Chiaia hanno appurato che l'attività veniva svolta senza autorizzazioni e che erano stati eseguiti lavori illegali per realizzare un soppalco di circa 30 metri quadrati. Abusivo era anche l'allaccio alla rete idrica. Il b&b era attivo ed era anche stato prenotato per i giorni dell'intervento dei vigili: nel terraneo c'erano valige ed effetti personali degli ospiti della struttura.  Il locale è stato sottoposto a sequestro penale e il gestore dell'attività è stato denunciato all'Autorità Giudiziaria per lavori edili abusivi compiuti in bene ad alto pregio ambientale e sottoposto a vincolo della Soprintendenza. Il titolare è stato multato per 3.333 euro e gli ospiti sono stati invitati a lasciare la struttura abusiva.

Targa coperta per entrare nella Ztl di Marechiaro

A Marechiaro il personale dell'Unità Operativa Polizia Investigativa Centrale e del Gruppo Intervento Territoriale ha effettuato un servizio di controllo agli accessi al borgo di Marechiaro, regolamentato in questi giorni da zona a traffico limitato. Sono stati fermati 39 veicoli e sono state elevate 28 contravvenzioni. Sette persone sono state denunciate con annessa informativa inviata alla Procura della Repubblica: per evitare la multa, quando passavano il varco della Ztl coprivano la targa in modo da non essere ripresi dalle telecamere di controllo.