Un maxi-ammodernamento dell'intero parco autobus regionale: è quando previsto dall'Agenzia Campana Mobilità, Infrastrutture e Reti (ACaMIR), con un investimento di oltre duecento milioni di euro che, in vari step, porterà complessivamente a circa ottocento nuovi automezzi entro la fine del 2020. Ma già nei prossimi mesi ci saranno i primi innesti, che andranno a coprire una spesa di quaranta milioni di euro per 160 nuovi automezzi.

La consegna dei primi due lotti di automezzi è prevista tra la fine del 2019 ed il primo semestre del 2020. Tra i nuovi autobus, anche 35 minibus dalle dimensioni ridotte, che saranno destinate alle isole di Capri e Procida, le due cosiddette "isole minori" del Golfo di Napoli, alle prese con diversi problemi logistici: la prima a causa del sovraffollamento che avviene soprattutto ad Anacapri, la seconda perché più piccola per estensione rispetto ad Ischia e Capri. I nuovi minibus saranno dunque fabbricati "su misura" per le esigenze del territorio delle due isole napoletane. Entro l'estate 2019, invece, è prevista la consegna di altri 130 nuovi autobus, mentre entro il 31 dicembre ne arriveranno altri 190. Ed ancora, nel corso del 2019, è previsto un secondo bando per l'acquisto di 260 autobus, per complessivi 80 milioni di euro di spesa. Un totale, insomma di circa 800 autobus entro fine 2020, per una spesa complessiva quantificata in circa 200 milioni di euro.