Un quadro impietoso quello che emerge dai dati Eurostat del 2018 sulla povertà delle regioni italiane: in Campania il 41,4% della popolazione è a rischio povertà. Si tratta del livello più alto in assoluto in tutti i Paesi dell'Unione Europea. Questo significa che oltre 4 persone su 10 sono sulla soglia della povertà, ovvero hanno un reddito inferiore al 60% di quello medio nazionale. Nel 2017, soltanto un anno prima, la percentuale di popolazione a rischio povertà in Campania era il 34,3%. Anche in Sicilia la situazione è molto difficile, con il 40,7% della popolazione a rischio povertà.

A commentare la notizia Carlo Rienzi, presidente del Codacons: "Si tratta di dati vergognosi che attestano un sensibile peggioramento delle condizioni economiche dei cittadini che risiedono nel Mezzogiorno. In Sicilia e in Campania più di 4 abitanti su 10 risultano e rischio povertà, e i numeri di Eurostat dimostrano che poco o nulla è stato fatto per combattere tale piaga sociale ed economica: purtroppo nel nostro paese esistono ancora cittadini che lo Stato considera di serie B, poiché vivono in aree abbandonate a se stesse e in condizioni di grave difficoltà, dove i dati economici sono addirittura peggiori della Grecia e in costante peggioramento".