Adoperava inchiostri scaduti per eseguire disegni e decorazioni sui corpi dei suoi clienti. Si tratta del titolare di un laboratorio di tatuaggi di Napoli, dove i carabinieri sono intervenuti sequestrando i materiali usati per i tatuaggi. Il negozio si trova nella zona ospedaliera del capoluogo, nel quartiere Colli Aminei. Lì i militari della stazione di Capodimonte hanno eseguito il sequestro nell'ambito di normali controlli sul territorio.

Sul posto, in viale Farnese, sono intervenuti in supporto dei carabinieri anche di dipendenti dell’A.s.l.- Napoli 1. Dalle verifiche è emerso come il titolare dell'esercizio commerciale adoperasse flaconi di inchiostro detenuti in cattivo stato di conservazione e scaduti da tempo. Materiali potenzialmente pericolosi che possono arrecare non pochi danni alla salute dei clienti.