Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Traffico paralizzato e centinaia di automobilisti in coda, senza nessuno svincolo da imboccare per allontanarsi dall'ingorgo, bloccati fino a quando la carreggiata non è stata liberata. È la conseguenza del tamponamento a catena che c'è stato questa mattina superstrada, lungo l'asse di raccordo SS7 bis, all'altezza di Nola. Si registrano diversi feriti, ma nessuno grave: solo escoriazioni e leggere contusioni dovute ai tamponamenti a catena. La situazione è tornata verso la normalità soltanto dopo oltre un'ora, quando i veicoli coinvolti sono stati spostati e il traffico ha ricominciato a defluire normalmente.

A causare l'incidente, stando a quanto ricostruito finora, sarebbe stato un tamponamento tra due automobili, avvenuto per cause che restano da accertare; forse un tentativo di sorpasso brusco. Ci sarebbero stati quindi gli altri scontri: le vetture che precedevano le prime non sarebbero riuscite a fermarsi in tempo e il numero di quelle coinvolte è salito almeno a cinque. Diversi i feriti, anche se nessuno sarebbe in condizioni gravi: soltanto lievi contusioni dovute ai tamponamenti. L'incidente ha però ostruito la carreggiata e ben presto ha paralizzato il traffico: si è creata una coda tra Pomigliano e Nola che si estendeva per oltre tre chilometri, bloccando nel traffico centinaia di automobilisti.

Sul posto, per i rilievi e per ripristinare la circolazione, sono intervenuti gli agenti della Polizia Stradale; dopo circa un'ora, quando le automobili sono state spostate, il traffico è tornato gradatamente verso la normalità.