È deceduto nell'ospedale di Salerno, dopo alcune ore di agonia, il 47enne Antonio Spera, rimasto coinvolto in un incidente stradale domenica scorsa, lungo la litoranea di Pontecagnano, in provincia di Salerno. L'uomo, bracciante agricolo originario di San Cipriano Picentino e residente in località Filetta, aveva perso il controllo dell'automobile e aveva colpito delle vetture ferme; era stato ricoverato in gravissime condizioni al Ruggi d'Aragona ma i tentativi di salvarlo si sono rivelati inutili.

L'incidente è avvenuto nel pomeriggio del 1 dicembre. Stando alla ricostruzione, l'uomo non si sarebbe accorto dei lavori in corso sulla strada provinciale 175 litoranea, poco prima del ponte del fiume Asa, chiuso per lavori di messa in sicurezza che dovrebbero concludersi nel giro di un mese. Il 47enne, che viaggiava sulla sua Fiat Bravo, si sarebbe reso conto dell'interruzione stradale all'ultimo momento, avrebbe cercato di evitare l'impatto con una sterzata all'ultimo momento ma avrebbe perso il controllo dell'automobile e si sarebbe quindi schiantato contro tre automobili ferme, colpendo anche un palo della luce. Era stato subito soccorso e trasportato in ambulanza al San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona di Salerno, dove era arrivato in condizioni disperate.

Sull'incidente sono in corso ulteriori accertamenti, al fine di ricostruire la dinamica con precisione. Nello schianto erano rimaste ferite altre tre persone, accompagnate in ospedale dal 118; visitate, non sono in condizioni preoccupanti. La salma di Spera è stata sequestrata dal magistrato di turno, che ha disposto l'esame esterno.