Il comune irpino di San Sossio Baronia sotto choc dopo la notizia della morte di Giuseppe Pennacchio, 42 anni, e della figlia Nicole, di soli 6 anni. Entrambi sono morti in uno spaventoso incidente stradale avvenuto a Pinerolo, in Piemonte, regione dove vivevano da qualche anno. Anche la moglie, sopravvissuta perché viaggiava su un'altra auto assieme alla neonata di soli 4 mesi, è originaria dell'Avellinese, ed è ora ricoverata sotto choc dopo aver visto morire il marito e la figlia maggiore. Sconvolta anche la piccola comunità di San Sossio Baronia, il comune irpino che aveva dato loro i natali. In tanti, in Rete, stanno dedicando un pensiero alle due vittime dell'incidente, padre e figlia. Non è escluso che nelle prossime ore possa essere proclamato il lutto cittadino nella comunità, dove la famiglia era molto nata visto che il trasferimento in Piemonte era avvenuto solo tre anni fa.

Ancora tutta da chiarire la dinamica dell'incidente avvenuto nella mattinata di domenica 15 settembre, sulla Torino-Pinerolo, all'uscita per Riva di Pinerolo nel comune di Piscina. Giuseppe Pennacchio e sua figlia Nicole sono morti carbonizzati all'interno di una Mini d'epoca, che ha preso fuoco dopo essersi scontrata con una Toyota Verso. La scena è stata vista dalla stessa moglie dell'uomo, Consiglia La Malva, 36 anni, che viaggiava su un'altra Mini insieme alla loro secondogenita, una neonata di soli 4 mesi. La donna ha anche provato a salvare marito e figlia, ma non c'è riuscita ed anzi ha finito per ustionarsi anche una parte dei capelli. La coppia si stava dirigendo al raduno di auto storiche organizzato al castello di Macello, nel cuore della Val Chisone, quando è avvenuta la tragedia.