Malgrado il tempestivo soccorso e l'operazione chirurgica d'urgenza non ce l'ha fatta Emanuele D'Agostino, il 41enne di Sant'Antimo, in provincia di Napoli, coinvolto in un grave incidente sull'autostrada A16 Napoli-Canosa domenica scorsa, 28 giugno. L'uomo era in sella alla sua moto, una Kawasaki Ninja, quando si è scontrato con un'automobile; il conducente della vettura è attualmente indagato per omicidio stradale.

L'impatto si è verificato sull'autostrada A16, nel tratto tra Avellino Ovest e Baiano. Il 41enne, per cause che restano da accertare, si è violentemente scontrato con l'automobile di una coppia di anziani della provincia di Trento, rimasti entrambi illesi. L'incidente è avvenuto sulla corsia di sorpasso del rettilineo che va dal viadotto Acqualonga al casello di Baiano, intorno alle 13, in direzione Napoli. La dinamica è ancora in fase di definizione, le indagini sono affidate alla Polstrada di Avellino; gli agenti, guidati dal comandante Renato Alfano, hanno ascoltato la versione di alcuni testimoni e della coppia per ricostruire le fasi dello scontro. Non è chiaro se a causare l'impatto sia stato un sorpasso azzardato del motociclista o una manovra improvvisa dell'automobilista.

Il 41enne è dal primo momento apparso in condizioni disperate. L'impatto gli aveva causato lesioni interne e una emorragia cerebrale e il suo cuore si era fermato; i sanitari del 118 sono riusciti a rianimarlo e l'uomo è stato trasportato all'ospedale Moscati di Avellino, dove è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico alla testa. Ha lottato tra la vita e la morte fino a ieri sera, quando c'è stato il drammatico epilogo.