Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Un raptus particolarmente efferato, una violenta aggressione quella andata in scena nella notte a Lacco Ameno, sull'isola di Ischia: un uomo di 36 anni di origine ucraina è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Casamicciola Terme con l'accusa di tentato omicidio. Stando a quanto ricostruito dai militari dell'Arma in sede di indagine, il 36enne, già noto alle forze dell'ordine, si è recato in un albergo abbandonato della zona, dove un clochard di 40 anni aveva trovato riparo per la notte. Giunto sul posto, ha raccolto dal pavimento un bastone, colpendo il senzatetto ripetutamente alla teste, fino a ridurlo in fin di vita, lasciandolo in terra agonizzante.

Sul posto sono arrivati i carabinieri, che hanno trovato il clochard 40enne ancora cosciente: è stato lui a fornire ai militari dell'Arma il nome del suo aggressore. I carabinieri si sono messi subito sulle tracce del 36enne ucraino, riuscendo a rintracciarlo e ad arrestarlo poco dopo l'aggressione. Intanto, sul luogo della violenza, sono giunti anche i sanitari del 118, che hanno soccorso il clochard e lo hanno trasportato d'urgenza al Pronto Soccorso dell'ospedale Rizzoli di Lacco Ameno: vista la gravità delle sue condizioni di salute, il senzatetto è stato trasferito all'ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, in provincia di Napoli, dove adesso è ricoverato in prognosi riservata. Dopo le formalità di rito, per il 36enne si sono aperte le porte del carcere napoletano di Poggioreale.