fiocco-di-neve-infante-poppella
in foto: A sinistra il "Fiocco di Neve" di Poppella, a destra la "Nuvola" di Casa Infante.

Il primo è un cult delle delizie partenopee che affonda le sue radici in una solida tradizione il secondo, invece, è una new entry, una sorta di sperimentazione. Fatto sta che tra laboratori di pasticceria, a Napoli, è scoppiata la ‘guerra bianca'. Una guerra dolce, fatta di brioches e di panna. "Fiocco di Neve" la delizia prodotta da Poppella al rione Sanità contro la "Nuvola" della catena Casa Infante diffusa in tutta la città, da via Toledo a Chiaia al centro storico. Le due brioscine sono praticamente identiche all'occhio, addirittura lo stesso packaging.

Casa Infante contro Poppella?

Sono entrambe ripiene di una crema a base di latte e ricotta; è la Nuvola di Infante che deve rincorrere, ovviamente, il Fiocco di neve di Poppella che è ormai stranoto in tutta Napoli e oltre ma che ha un handicap, al momento: lo si può acquistare solo nella pasticceria di via Arena alla Sanità, mentre Infante conta su punti vendita dislocati sul territorio cittadino. Su Facebook è lotta a suon di recensioni: chi trova inarrivabile il Fiocco, chi invece considera la Nuvola di Infante un ottimo compromesso. Cosa accadrà? Le due pasticcerie si sfideranno o resterà una ‘guerra fredda' a suon di bignè e brioches?