Ieri, domenica 5 febbraio, per le strade del centro storico di Napoli si è tenuta la mezza maratona, poco più di 21 chilometri dipanati per la città. Tra i circa 4mila partecipanti che hanno preso il via dalla Mostra d'Oltremare di Fuorigrotta c'era anche Giada Giorgetti, 20enne di Misano Adriatico, in Emilia Romagna, costretta su una sedia a rotelle a causa di una malattia rara, la sindrome di Behcet, patologia autoimmune che spesso coinvolge le articolazione. Giada, però, affronta il suo male con il sorriso sulle labbra, partecipando a gare podistiche in tutta Italia.

E così, ieri, si è presentata anche a quella napoletana. Accompagnata da un team di "spingitori", tutti rigorosamente – compresa la stessa Giada – vestiti da Pulcinella, la tradizionale maschera partenopea, hanno percorso le strade di Napoli, concludendo la gara in 2 ore e 17 minuti. All'arrivo, la ragazza ha spiegato la sua passione per la corsa con l'esigenza di sensibilizzare opinione pubblica e ricerca sulla sua malattia, per la quale non esiste ancora una cura.