La Commissione Infrastrutture, Lavori Pubblici e Mobilità del Comune di Napoli ha incontrato i responsabili degli uffici comunali competenti e tecnici e dirigenti dell'Anm per un confronto sui lavori che interesseranno la Funicolare Centrale di Napoli, chiusa dal primo agosto proprio in vista degli interventi. Gaetano Simeone, presidente della Commissione, ha parlato nello specifico con l'ingegnere Serena Riccio, dirigente dei Servizi Comunali Realizzazione e Manutenzione delle linee metropolitana 1 e 6, l'ingegnere Ferrentino, direttore dei lavori alla Funicolare Centrale e con l'ingegere Parimbelli, responsabile Anm per i Servzi Alternativi, per essere aggiornato sulla situazione. La discusione si è concentrta soprattutto sui tempi previsti per i lavori, sulla gara d'appalto svolta e sui servizi alternativi da offrire alla cittadinanza in vista dei disagi che deriveranno. La Commissione ha richiesto ai tecnici un report mensile sull'andamento dei lavori affinché possano essere sotto controllo.

Servizi alternativi

I lavori dovrebbero durare 10 mesi e concludersi entro il mese di giugno del prossimo anno e sono stati resi necessari per adeguare la Funicolare Centrale alle norme vigenti, con la sostituzione dell'argano e delle funi, la revisione delle vetture e l'ammodernamento delle stazioni. Per quanto riguarda i servizi alternativi, oltre alle altre funicolari cittadine, la mobilità sarà garantita dalla Linea 1 della Metropolitana. Secondo Simenone, sarà necessario anche potenziare i mezzi su gomma, nota stonata del trasporto pubblico. Da settembre dovrebbe essere potenziata la linea dell'autobus C16, con l'aggiunta di tre nuove vetture che dovrebbero aumentare la frequenza delle corse. Per facilitare la mobilità è stato anche variato il percorso dell'autobus C28 e istituita una navetta in via Palizzi, sede tra l'altro di una stazione della Funicolare di Chiaia.

Viabilità a Piazza Garibaldi e presso via Marina

Nel corso della riunione è stato sollevato anche il problema dei cantieri di Piazza Garibaldi e della rimozione dei binari del tram in disuso presso via Marina, che costituiscono anch'essi un intralcio alla viabilità. Il presidente Simeone si è impegnato a discuterne nel corso di future riunioni da indire appositamente per gli argomenti in questione.