Il prossimo 6 febbraio, giovedì, alcuni esponenti locali della Lega si incontreranno a Napoli per prendere parte al convegno sulle "prospettive politiche del cittadino": l'appuntamento è alle ore 17 nella Sala Consiliare della VIII Municipalità di Napoli, a Scampia, quartiere dell'area Nord della città; tra i partecipanti ci saranno, tra gli altri, Luigi Cantalamessa, il consigliere comunale Vincenzo Moretto e Salvatore Guangi, candidato del centrodestra alle Elezioni suppletive al Senato del prossimo 23 febbraio. In occasione dell'incontro, le sardine napoletane hanno annunciato un flash mob, alle ore 16.30, nel piazzale antistante la stazione di Piscinola-Scampia della metropolitana.

Le sardine: "Napoli non si lega"

"Ci riprovano, ancora una volta. Dopo aver sottratto risorse al Sud per circa 30 anni la Lega prova di nuovo a tornare sui nostri territori per chiederci il voto. È da Scampia che intendiamo riprendere il cammino delle sardine, accanto agli abitanti del quartiere per ribadire con loro che Napoli non si Lega, che Scampia non si Lega. La nostra è una città che ha ormai nella sua identità l'antileghismo. E proprio per questo non dobbiamo lasciar correre, come hanno fatto altrove, perché è sul silenzio che la Lega ha costruito consenso" hanno fatto sapere le sardine napoletane.

I comitati: "La Lega non sarà mai la benvenuta"

Contro il convegno della Lega anche i comitati Vele, Cantiere 167 e Disoccupati Scampia: "A Scampia la Lega non è e non sarà mai la benvenuta. Le Vele non sono un brand, ma carne viva di disperazione sociale e di riscatto. Jatevenne" hanno fatto sapere i comitati, che dunque criticano aspramente l'incontro.