Il progetto del mercatino multietnico, già proposto negli anni scorsi al Vasto, potrebbe essere realizzato nella zona di piazza Garibaldi, di recente inaugurata dopo lavori di rifacimento durati diversi mesi. All'annuncio del sindaco Luigi De Magistris, però, si oppongono i rappresentanti locali della Lega di Salvini, che bollano la proposta come "solita propaganda spicciola sulla pelle dei napoletani" e lamentano lo stato di abbandono delle zone a ridosso della stazione che hanno fatto di diverse strade "ghetti a cielo aperto". E annunciano di voler avviare una raccolta firme tra i residenti.

"Il sindaco di Napoli – dice Simona Sapignoli, coordinatrice cittadina della Lega Napoli – ha dichiarato che vorrà inaugurare un mercato multietnico nella zona di Piazza Garibaldi, in continuità con la propaganda spicciola fatta sulla pelle dei napoletani che caratterizza oramai la sua legislatura. Siamo convinti che i residenti del quartiere Vasto non saranno affatto concordi con l’idea lanciata dal Sindaco, stanchi di dover subire quotidianamente i processi di immigrazione selvaggia, avallati da una sinistra cieca di cui De Magistris è tra i maggiori esponenti, che sta rendendo quartieri come l’area contigua alla Stazione centrale ghetti a cielo aperto.

Avvieremo una raccolta firme per dimostrargli che gli abitanti di quel quartiere sono contrari a questa idea, visto che in passato mercati simili si sono trasformati in luoghi dove venivano vendute merci raccolte dai rifiuti o contraffatte, appaltate agli immigrati dalla criminalità organizzata locale. Numeri alla mano dimostreremo a De Magistris cosa pensa davvero la gente del Vasto”.