523 CONDIVISIONI
Gomorra: la serie tv e la città
20 Dicembre 2017
11:14

La madre del 17enne accoltellato a via Foria: “Sembrava di vivere Gomorra sulla mia pelle”

La madre di Arturo, 17 anni, lancia un appello: “Ci sono 4 bestie pronte a sgozzare chiunque per strada, fermateli”. Il giovane è ancora al Pronto Soccorso, colpito da venti coltellate, di cui l’ultima alla gola: aggredito senza motivo da quattro giovani per strada mentre andava a ritirare un certificato medico per il fratello.
A cura di Giuseppe Cozzolino
523 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Gomorra: la serie tv e la città

Una scena da Arancia Meccanica, o da Gomorra: parola della madre di Arturo, il 17enne napoletano accoltellato in pieno centro a Napoli, tra Piazza Cavour e via Foria, proprio nei pressi della Stazione dei Carabinieri "Giuseppe Garibaldi". Venti coltellate al giovane, l'ultima alla gola, alle cinque del pomeriggio tra passanti attoniti e sconvolti dalla scena.

La madre racconta, in una lunga intervista rilasciata al Mattino, quegli attimi ricostruiti solo dopo l'aggressione subita dal figlio. Lei era a casa, quando la chiamano al cellulare: il figlio Arturo, appena uscito per ritirare un certificato medico per il fratello, era a neanche dieci minuti a piedi da casa. "Niente di grave", le dice la voce al telefono, pur chiedendole di arrivare in fretta sul posto. Lampeggianti della Polizia, passanti, una scena da film: Arturo a terra, in un lago di sangue tenendosi le mani attorno al collo per tentare di fermare l'emorragia. Prima di perdere conoscenza fa solo in tempo a dire di essere stato fermato, provocato ed infine aggredito senza motivo da quattro ragazzini più piccoli.

"Mi è sembrato di vivere Gomorra sulla mia pelle", ha spiegato la madre del giovane, lavoratrice professionista come il padre. "Non dormo da due giorni e non mi muovo da qui. I medici mi hanno detto che faranno il possibile, anche i compagni di scuola sono rimasti qui al pronto soccorso fin quando non hanno saputo che ce l'avrebbe fatta". E sui responsabili, è chiara: "In giro ci sono quattro bestie criminali che potrebbero sgozzare chiunque. Bisogna fermarli a tutti i costi. Vi prego fatelo prima che sia troppo tardi altrimenti avrò difficoltà a continuare a credere nella giustizia e nella legalità. Così come ho sempre insegnato anche a mio figlio".

523 CONDIVISIONI
107 contenuti su questa storia
Ciro Vecchione, attore della "Paranza dei Bambini", ferito nel doppio agguato al Rione Sanità
Ciro Vecchione, attore della "Paranza dei Bambini", ferito nel doppio agguato al Rione Sanità
Gomorra 5 si gira a Bagnoli: set nella strada tra l'ex Italsider e il carcere di Nisida
Gomorra 5 si gira a Bagnoli: set nella strada tra l'ex Italsider e il carcere di Nisida
Gomorra 5 si gira ai Ponti Rossi: costruito un mega Luna Park gonfiabile
Gomorra 5 si gira ai Ponti Rossi: costruito un mega Luna Park gonfiabile
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni