Una crociera turbolenta quella della nave "Myriam" della compagnia di navigazione Gestur Srl, partita questa mattina dal porto di Pozzuoli, che avrebbe dovuto navigare il Golfo di Napoli alla volta di Capri e Sorrento. Una volta in mare, però, quasi subito dopo la partenza, date le avverse condizioni meteorologiche, il comandante ha deciso di modificare la rotta e di dirigersi verso le coste di Ischia per salvaguardare anche l'incolumità dei passeggeri. Sull'isola verde, i crocieristi hanno avuto la possibilità di fare il bagno in mare e di pranzare, ma una volta saliti a bordo hanno appreso che la crociera non sarebbe proseguita oltre. Gli animi si sono esacerbati e alcuni passeggeri hanno cominciato ad insultare e minacciare il capitano della motonave, prendendolo anche a spintoni.

Il capitano si è visto così costretto a fare ritorno al porto di Pozzuoli, informando la Capitaneria di Porto di quanto appena accaduto a bordo. Sulle coste flegree la contestazione dei passeggeri verso il personale di bordo e gli organizzatori della minicrociera è andata avanti, con gli uomini della Capitaneria, guidati dal comandante Cosimo Pichierri, che hanno dovuto riportare la calma. Alcuni membri dell'equipaggio e alcuni passeggeri sono stati ascoltati dai militari: la Gestur si è dichiarata disponibile a rimborsare con un voucher la minicrociera mancata, che i passeggeri hanno pagato 50 euro.