Sono ormai mesi che i residenti e le associazioni di categoria denunciano lo stato di degrado e la pericolosità dei cosiddetti baretti di Chiaia, fulcro della movida di Napoli, dove gli episodi di violenza, soprattutto nel fine settimana, sono ormai consuetudine. Proprio nella notte, una lite tra ragazzini, tutti provenienti da San Giovanni a Teduccio, periferia orientale della città, è finita nel sangue: colpi di pistola sono stati esplosi, intorno alle 3, in via Bisignano. Sei i ragazzi feriti, la maggior parte minorenni: sul posto sono giunti i soccorsi del 118, che hanno trasportato i ragazzini all'ospedale Loreto Mare e al Vecchio Pellegrini.

Il più grave è un ragazzo di 16 anni, colpito da una pallottola all'addome e da un'altra a una spalla: operato d'urgenza, è ora ricoverato nel nosocomio napoletano, ma non sarebbe in pericolo di vita. Colpita anche una ragazza, 14 anni, ferita da un proiettile ad una gamba. Il terzo ragazzino ricoverato al Loreto Mare ha riportato invece ferite da arma da taglio, ma è stato comunque trattenuto in ospedale per le cure del caso. Un 18enne e una 19enne, invece, ricoverati all'ospedale della Pignasecca, hanno riportato ferite da arma da fuoco rispettivamente al braccio e al seno. Un'altra ragazza di 14 anni ha invece riportato ferite compatibili con una caduta. Sull'accaduto indagano le forze dell'ordine, che sono ora al lavoro per ricostruire la dinamica e le motivazioni che hanno portato alla sparatoria e per cercare di individuare i responsabili.