Per la prima volta in un ospedale della Campania è stata eseguita un'operazione alla tiroide con una tecnica di chirurgia robotica all'avanguardia. In particolare si tratta di un intervento di "Tiroidectomia Robotica Transascellare", un intervento che è stato sperimentato per la prima volta nei paesi orientali dove, per motivi religiosi, le cicatrici sul collo non sono gradite. Con tale intervento, infatti, viene praticata con un robot una microscopica incisione nell'ascella che non lascia tracce. L'operazione è stata effettuata dall’equipe del professor Stefano Spiezia, coadiuvato dai chirurghi Maria Grazia Esposito e  Giovanni Antonelli del reparto di Chirurgia endocrina ed ecoguidata dell'Ospedale del Mare di Napoli e dall'equipe anestesiologica del professor Pio Zannetti.

Borrelli: "L'Ospedale del Mare finalmente all'avanguardia"

“Nonostante le innegabili difficoltà dell’avvio, l’Ospedale del mare comincia a dare i primi frutti ponendosi all’avanguardia della
medicina nazionale e internazionale. Questo intervento testimonia i grandi passi in avanti fatti nel programma che vuole portare l’Ospedale del mare a essere pienamente operativo nei tempi previsti dopo le tante inaugurazioni farsa delle precedenti Amministrazioni regionali, dove, s’è pensato più a tagliare nastri che a programmare un’apertura reale come quella che sta
avvenendo ora, seppur tra mille difficoltà”,  ha dichiarato il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio
Borrelli, componente della Commissione sanità, che ha diffuso la notizia.