L'albero di Natale che ha preso posto all'interno della Galleria Umberto I da appena 24 ore ha già iniziato a riempirsi di letterine di napoletani e non. Come di consueto, infatti, tantissime persone, cittadini, turisti, bambini, hanno deciso di affidare i propri desideri e le proprie speranze al grande albero che è stato collocato nella prima settimana di dicembre nella monumentale struttura partenopea. E che, si spera, almeno quest'anno sarà lasciato in pace dai soliti teppisti, visto che praticamente da "tradizione" viene rubato ogni anno da ragazzini provenienti dai vicini Quartieri Spagnoli e lì vandalizzato e spesso disastrato, per poi essere ritrovato dopo pochi giorni abbandonato nei vicoli dello storico quartiere militare del capoluogo napoletano, nato come un'immensa "caserma" dell'esercito spagnolo durante gli anni del Viceregno del XVI secolo.

Tra le lettere dei napoletani (e non solo) che già compaiono sui rami dell'albero, tante sono soprattutto le richieste di un lavoro, di salute e d'amore. Ma ci sono anche auguri sinceri e generici per la pace del mondo, per un'Italia migliore e per un futuro sostenibile. Non mancano, ovviamente, le suppliche per una stagione sportiva migliore, soprattutto calcistica, e quelle per servizi cittadini migliori. Tanti anche i turisti che si sono immortalati in queste ore davanti all'albero di Natale appena apparso in Galleria Umberto I, per portarsi dietro la più consueta delle "cartoline" turistiche in periodo natalizio. Nella speranza che almeno quest'anno il povero albero di Natale resti al suo posto per la gioia di adulti e bambini.