Le code all'ingresso della stazione Garibaldi della linea 1 della metropolitana di Napoli quest'oggi, subito dopo l'interruzione della tratta.
in foto: Le code all’ingresso della stazione Garibaldi della linea 1 della metropolitana di Napoli quest’oggi, subito dopo l’interruzione della tratta.

Quattro ore: tanto è durato l'ennesimo disastro trasporti a Napoli: in una domenica di metà luglio la Linea 1 della metro è rimasta limitata nella circolazione tra la stazione di piazza Garibaldi e la fermata di Colli Aminei, e non prosegue ulteriormente verso la periferia Nord. Pare che il motivi della limitazione alla circolazione sia stato un convoglio fermo tra Chiaiano e Frullone. Di certo c'è che ora immagini giunte a Fanpage.it dalla stazione Garibaldi testimoniano le lunghissime file di persone in attesa per accedere all'unico tornello disponibile.

Grossi disagi per i passeggeri anche perché gli aggiornamenti dai canali social non sono attivi di domenica: e dunque, quasi tutti sono rimasti inizialmente all'oscuro della situazione, se non ritrovandosi improvvisamente appiedati nelle stazioni interessate dall'interruzione della linea: Chiaiano, Frullone e Piscinola, ovvero l'intera area nord di Napoli che si è ritrovata isolata dal Centro Storico e dai quartieri collinari per diverse ore (e viceversa). Sconosciute al momento le cause che hanno portato al treno fermo ed a alla relativa interruzione della linea, e nessuna comunicazione ufficiale su quando sarebbe ripreso il servizio: solo poco dopo le 21 è arrivata la comunicazione ufficiale di ripristino della linea sull'intera tratta. Per i passeggeri, l'ennesimo disagio registrato con il trasporto pubblico partenopeo.